Il bello immaginario

Il nome della mia città è  » Il bello immaginario « , perché mi fa sognare di vivere in questo modo.

Nella mia immaginazione la mia città ideale è una città che si trova accanto al mare e anche alla montagna, una città possiamo trovare tante casette multicolori, con dei tetti ricoperti d’erba.

Ci sono delle grandi e larghe strade dove la gente può spostarsi a piedi, con la bicicletta o con i trasporti pubblici elettrici, ma non si deve utilizzare la macchina.

Non c’è più troppo il rumore della città e il traffico non esiste più, possiamo anche sentire gli uccelli cantare.

In ogni quartiere c’è un grande parco con molti alberi da frutta maestosi, e ogni persona puo servirsi liberamente, e ci sono anche aree di gioco per i bambini dove si può correre e divertirsi, ma è vietato fumare e danneggiare la natura e le piante.

Nella mia città ideale c’è lavoro per tutti e non ci sono più i grandi supermercati, che sono rimpiazzati da piccoli commerci con prodotti locali.

Ogni fine settimana la gente di ogni quartiere si riunisce nel loro grande parco per condividere un momento cordiale, una cena tra vicini di casa. 

I bambini, i genitori e i nonni della stessa famiglia vivono tutti nella stessa casa. In questa città possiamo anche guardare dei film all’aperto, fare sport e tutto questo gratuitamente. Tuttavia non si devono gettare i rifiuti per terra ; in effetti qui esistono contenitori intelligenti che permettono di riciclare qualsiasi rifiuto, per vivere meglio, in una città più sana. 

Per me, è questo una città ideale ! Gli stranieri potranno venire in questa città per aprofittare della sua calma della gioia dei suoi abitanti. 

Potranno mangiare in ristoranti dove il cibo è sano con dei prodotti buoni, regionali e di stagione e potranno anche andare nei musei che raccontano la storia di questa città, dove la visita è gratuita. 

Delle feste ad accesso libero saranno organizzate durante tutto l’anno, in modo che gli stranieri possano incontrare gli uomini e le donne che vivono in questa città della gioia, senza restrizioni o quasi, si deve solo essere onesti, accoglienti e rispettare gli altri.

Vi invito dunque tutti a visitarla, e perché no anche a venirci adabitare, perché in questa città solo l’amore per gli altri e per l’ambiente è presente, ci si diverte molto e la bellezza dei paesaggi dà voglia di restare per sempre !